"device is unmanaged" con Network Manager 0.7 su Intrepid Ibex?

Da un paio di giorni Network Manager, il gestore delle connessioni di Gnome giunto alla versione 0.7, non lavorava più in Ubuntu «Intrepid Ibex», giunta oramai alla versione beta. Cliccando sull’icona si poteva leggere solamente un laconico

Wired Networks
devices is unmanaged
Rete wireless
devices is unmanaged

Ho notato che la wireless invece era connessa, ma non navigava in quanto nel file /etc/resolv.conf che contiene gli IP dei server DNS non c’era nulla. Allora l’ho editato a manina inserendo gli indirizzi (nameserver xxx.xxx.xxx.xxx).
Stamane, più per curiosità che per altro, ho fatto una ricerca trovando la radice del problema nel bug #280417 sul launchpad di Ubuntu: negli ultimi aggiornamenti viene cambiato un parametro nel file di configurazione di Network Manager.
Ecco la soluzione (da terminale): editare il file /etc/NetworkManager/nm-system-settings.conf

sudo gedit /etc/NetworkManager/nm-system-settings.conf

e cambiare

managed=false

in

managed=true

Dopo aver salvato e chiuso basta uccidere il processo che gestisce Network Manager, dopo poco tutto tornerà a funzionare

sudo killall nm-system-settings

Funziona? 🙂

Adobe AIR 1.1 beta su Ubuntu Linux [HowTo]

Sono stato poco online in questi giorni purtroppo, quindi stanotte ho recuperato girovagando a destra e a manca. Per curiosità ho controllato se per grazia divina fosse uscita una nuova versione di Adobe AIR per Linux, e con mia somma sorpresa il signor Adobe (mi piace pensare che esista un tale Benjamin Adobe a capo di tutto…) ha rilasciato Adobe AIR 1.1 beta per Linux.
Al tempo dell’alpha avevo scritto una piccola guida per installarlo, quindi ora scrivo qualche indicazione per chi ha provato a installare la nuova versione ma ha avuto qualche difficoltà, o per chi ancora non l’ha fatto e non vuole avere problemi. Chi non l’ha mai installato ovviamente salti i passaggi di pulitura del sistema dalla versione precedente.

HowTo

Prima di tutto chiudete tutte le applicazioni AIR che state usando. Nel mio caso in buonissimo twhirl, client per Twitter, FriendFeed, identi.ca, laconi.ca e seesmic.
Ora è necessario disinstallare (da terminale o gestore dei pacchetti poco importa) il pacchetto adobeair-enu, non è altro che l’installazione precedente.

sudo apt-get remove --purge adobeair-enu

Adesso cancellate la directory /opt/Adobe AIR (ovviamente servono i diritti di amministrazione):

sudo rm -rf /opt/Adobe AIR

Scaricate la nuova versione dal sito ufficiale Adobe Labs.
Ottenuto il file .bin bisogna renderlo eseguibile.

chmod +x adobeair_linux_b1_091508.bin

Facendo ben attenzione a non avere aperto nessun gestore dei pacchetti (perché l’installer crea dei pacchetti temporanei di installazione, in pratica sfrutta dpkg, e questo vale anche per quando installate le applicazioni AIR) lanciamo il binario:

./adobeair_linux_b1_091508.bin

Basta seguire l’interfaccia grafica e il gioco è fatto. D’ora in poi scaricando un’applicazione AIR (in pratica il file .air) un semplice doppio click ci lancerà l’installazione, con la precauzione scritta poco sopra.

Prova su strada

Ho provato l’accrocchio per poco (l’ho installato alle 3:30 stanotte, abbiate pazienza) ma ho notato subito due importantissime migliorie: ora le applicazioni ricordano le password inserite e sfruttano l’area di notifica del sistema!

twhirl su Ubuntu Linux con Adobe AIR 1.1 beta

Se ci sono problemi, suggerimenti, indicazioni, esplosioni di cui non mi reputo in ogni caso responsabile… beh, i commenti sono lì apposta 🙂

Risolvere i problemi di PulseAudio su Intrepid Ibex Alpha 5

Ieri sera – già, in ritardo rispetto ai miei standard, ho aggiornato la mia Ubuntu alla versione Intrepid Ibex 8.10, ora alla Alpha 5. A parte qualche piccola grana, il problema più fastidioso l’ho incontrato con PulseAudio, non c’era verso di sistemarlo. Cercando un po’ in giro ho trovato una guida che in pochi secondi ha ridato la voce alla distribuzione umana.
Trovate la soluzione in questo thread del forum internazionale. Un ringraziamento alla sempre attiva comunità Ubuntu!